INVESTIMENTI ALTERNATIVI E SOSTENIBILITÀ

Antonio Polverino è un Senior Investment Manager attivo nel settore degli Investimenti Alternativi in molteplici asset class, con uno storico di solidi risultati raggiunti nel corso della sua esperienza professionale.

Grazie alle sue comprovate competenze è in grado di offrire a investitori istituzionali, a privati e family office, progetti di investimento con una forte capacità di generare valore nel lungo periodo. Gli investimenti sono gestiti attraverso fondi specializzati in diverse asset class: dal real estate alle energie rinnovabili, dai crediti deteriorati, alle distressed assets, dal fixed income agli strumenti di debito.
investment

Private Equity e Investimenti Alternativi

Gli Alternative Investment Fund rappresentano una nuova modalità di investimento dedicata a operatori professionali e qualificati, privati e istituzionali, in cerca di opportunità di investimento non presenti sui mercati regolamentati, ma accessibili solo attraverso professionisti altamente specializzati, che individuano operazioni in imprese in grado di liberare un forte potenziale di crescita, attraverso la gestione attenta e consapevole della complessità (cosiddetti Special Situation Investments, o semplicemente Special Sits). Per le loro caratteristiche come il rischio, la durata e la specificità degli strumenti utilizzati e delle operazioni finanziate, le Special Sits rappresentano un mercato dove l’aspetto fiduciario, determinato dalla reputazione e dalla affidabilità dell’Investment Manager che gestisce il fondo alternativo, è determinante.

Si tratta di investimenti che possono avere rendimenti superiori a quelli normalmente ottenibili nei mercati aperti al pubblico, proprio perché soggetti a rischi superiori alla media.
 Le operazioni di investimento realizzate dai fondi alternativi richiedono perciò competenze di valutazione, pianificazione e di intervento iper-specialistiche.

Investimenti Alternativi per la sostenibilità

Gli Alternative Investment Fund ampliano di molto il campo delle possibilità di crescita del contesto economico, in quanto costituiscono un canale alternativo per convogliare capitali in PMI e progetti che creano valore. Si tratta di un meccanismo win-win, perché offre sia opportunità di crescita alle imprese e alle iniziative nelle quali investe, sia opportunità di rendimento per gli investitori. È inoltre significativa l’utilità di questi strumenti quando competenze e capitali sono diretti al recupero di particolari situazioni critiche, altrimenti difficilmente sanabili.

Sempre più Alternative Investment Fund, nella definizione della propria strategia di investimento, prendono in considerazione il tema della sostenibilità, come dimostra l’incremento dei capitali investiti in asset ESG, cresciuti del 19,7% fra il 2015 e il 2020 con masse superiori ai 250 miliardi di euro a fine 2020. Le previsioni al 2025 vedono gli asset ESG arrivare al 40% delle infrastrutture e a circa 1/3 nel real estate. Cifre che porterebbero il mercato europeo a contare oltre il 30% degli asset ESG a livello globale (Fonte PWC). Real estate, infrastrutture ed energie rinnovabili sono segmenti particolarmente interessanti in ottica sostenibilità.

Se si considera il grande tema della transizione energetica, gli investimenti alternativi possono contribuire in molti modi, come ad esempio finanziando le imprese che lavorano in ambito di efficienza energetica, di gestione delle risorse idriche, di energie alternative e di applicazioni digitali per il miglior uso delle risorse naturali.  

investimenti alternativi per la sostenibilita
file-emptybook